Sensient Beauty si impegna a comportarsi in modo responsabile, integrando le problematiche sociali e ambientali nelle proprie attività commerciali. Questo è fondamentale per noi, per i nostri clienti e per i consumatori.

Onda grafica

Responsabilità aziendale e sociale

Per assicurarci di continuare a fare progressi e concentrare i nostri sforzi, abbiamo fissato obiettivi specifici per ciascuno dei nostri quattro pilastri della sostenibilità.

  1. Ridurre il consumo di energia non rinnovabile e ridurre le emissioni di gas serra, con l'obiettivo di raggiungere zero emissioni di biossido di carbonio equivalente (CO2e) entro il 2050.
  2. Migliorare l'efficienza idrica e diminuire il consumo di acqua, dando la priorità ai siti in aree ad alto stress.
  3. Ridurre i rifiuti e applicare i principi dell'economia circolare.
  4. Costruire una catena di approvvigionamento sostenibile che integri pienamente le pratiche etiche e di responsabilità ambientale.

Sappiamo che niente di tutto questo sarà facile, ma affrontiamo questa sfida con una mentalità proattiva. Faremo investimenti in attrezzature di produzione efficienti dal punto di vista energetico ed elettrificate, adatteremo i nostri processi di produzione e continueremo a cercare tecnologie che attualmente non sono fattibili su scala o che non esistono ancora. Ci procureremo quanta più energia possibile da fonti sostenibili dal punto di vista finanziario e fisico.

Clicca qui per vedere il rapporto sulla sostenibilità 2022 di Sensient

 

Ridurre il consumo di energia non rinnovabile e ridurre le emissioni di gas serra, con l'obiettivo di raggiungere zero emissioni di biossido di carbonio equivalente (CO2e) entro il 2050. 

Scope 1: emissioni dirette di gas serra (GHG) dalle attività di Sensient. Le nostre emissioni Scope 1 più significative sono quelle derivanti dalla combustione di combustibili fossili per far funzionare i nostri essiccatori e caldaie.

Scope 2: Emissioni risultanti dalla generazione di energia proveniente dalla rete attribuibili a Sensient perché stiamo comprando e consumando quell'energia. Queste sono più difficili da affrontare perché non controlliamo la rete elettrica che serve le nostre strutture.

Scope 3: Tutte le emissioni non Scope 1 o Scope 2 attribuibili a Sensient, comprese le emissioni dei nostri fornitori, dipendenti e clienti. Queste sono le emissioni più difficili da misurare, affrontare e ridurre.

Iniziative strategiche 

Le seguenti iniziative strategiche ci permetteranno di raggiungere i nostri obiettivi di riduzione delle emissioni entro il 2035, aprendo la strada a zero emissioni di CO2e entro il 2050:

  1. Allineare gli obiettivi di riduzione con la SBTi.
  2. Collaborare con un consulente di efficienza energetica.
  3. Ridurre il consumo di energia di almeno il 2% all'anno in conformità con i nostri obiettivi di riduzione 2035 attraverso il miglioramento dell'efficienza energetica e produttiva.
  4. Cambiare le attrezzature e i processi di produzione per utilizzare tecnologie verdi (er).
  5. Condurre una valutazione di base e un processo di monitoraggio per le emissioni dell'ambito 3.
  6. Aumentare la quota di energia elettrica consumata da fonti rinnovabili.
  7. Implementare un'analisi del costo del carbonio in tutte le CAPEX.
  8. Scegliere opzioni di trasporto verdi (er) per la spedizione delle merci (a lungo termine).
  9. Esplorare "soluzioni naturali per il clima" (NCS) (a lungo termine).
  10. Esplorare le opzioni di cattura e stoccaggio del carbonio (CCS) (a lungo termine).
  11. Creare un budget annuale definito per la sostenibilità CAPEX per realizzare questi obiettivi.
"IL BUSINESS DEGLI AFFARI NON DOVREBBE RIGUARDARE IL DENARO. DOVREBBE RIGUARDARE LA RESPONSABILITÀ. DOVREBBE RIGUARDARE IL BENE PUBBLICO, NON L'AVIDITÀ PRIVATA". - Anita Roddick

Migliorare l'efficienza idrica e diminuire il consumo di acqua, dando la priorità ai siti in aree ad alto stress. 

Una volta valutato il nostro uso di base dell'acqua e determinate le opportunità di riduzione dell'uso dell'acqua, svilupperemo i seguenti due obiettivi di riduzione:

  1. Ridurre il prelievo globale di acqua del 20% entro il 2030.
  2. Ridurre il prelievo di acqua del 20% nelle aree ad alto o altissimo rischio entro il 2030.

Iniziative strategiche 

  1. Integrare la riduzione dell'acqua e le considerazioni sui miglioramenti dell'efficienza in tutte le valutazioni dei progetti CAPEX.
  2. Condurre controlli sul consumo d'acqua in ogni stabilimento di produzione.
  3. Aumentare il riciclo e il riutilizzo dell'acqua.
  4. Rendere i processi di produzione meno intensivi dal punto di vista idrico.

Ridurre i rifiuti e applicare i principi dell'economia circolare. 

  1. Ridurre la produzione di rifiuti pericolosi del 10% entro il 2025 (obiettivo esistente).
  2. Raggiungere lo stato di Zero Waste to Landfill (ZWL) 50% dei principali impianti di produzione entro il 2035.
  3. Utilizzare il 100% di imballaggi riciclati entro il 2035.
  4. Ridurre l'inventario obsoleto/non utilizzabile del 10-50% ogni anno, a seconda del sito.

Iniziative strategiche 

  1. Condurre una valutazione di base a livello aziendale di tutti i rifiuti non pericolosi e sviluppare un processo e un sistema di registrazione per tracciare tutti i flussi di rifiuti rilevanti.
  2. Integrare la riduzione dei rifiuti e le considerazioni di upcycling nelle valutazioni dei progetti CAPEX.
  3. Riciclare e riutilizzare il più possibile i rifiuti con l'obiettivo di stabilire strutture Zero Waste to Landfill (ZWL) dove possibile.
  4. Integrare i principi di progettazione circolare nelle pratiche di R&S nelle prime fasi della progettazione.

Costruire una catena di approvvigionamento sostenibile che integri pienamente le pratiche etiche e di responsabilità ambientale. 

  1. Coinvolgere tutti i fornitori che contribuiscono all'80% della spesa totale attraverso CDP, EcoVadis o un questionario sviluppato internamente entro il 2023. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere attraverso questa piattaforma i fornitori che contribuiscono all'80% della nostra spesa; ciò equivale attualmente a circa 150 fornitori per il Flavor and Extract Group e il Color Group insieme.
  2. 100% dei fornitori che firmano il Codice di condotta dei fornitori entro il 2023.
  3. Il 100% dei prodotti forestali ad alto rischio (ad esempio, l'olio di palma) ha una completa tracciabilità alla fonte entro il 2025.

Iniziative strategiche 

  1. Adottare il nuovo codice di condotta per i fornitori e monitorare la loro conformità.
  2. Stabilire un nuovo sistema di audit per i fornitori.
  3. Richiedere ai nostri principali fornitori di completare il CDP 2022 Supply Chain Questionnaire, EcoVadis, o un questionario sviluppato internamente entro il 30 giugno 2022.
  4. Procurarsi gli ingredienti in modo sostenibile preservando la biodiversità.
  5. Attraverso lo SNI e il nostro programma di agronomia, chiediamo agli agricoltori partner di completare il General Mills Regenerative Agriculture Self-Assessment.
  6. Scegliere fornitori verdi (er); insistere sui fornitori che prendono misure per ridurre il consumo di energia.

Scopo
 

Dare vita ai prodotti e migliorare la vita intorno a noi.

Missione

Sviluppare, produrre e fornire al mondo ingredienti alimentari, farmaceutici e di cura personale di importanza critica.

Valori

Fornire prodotti sicuri e di alta qualità sostenendo i più alti standard di integrità, professionalità, rispetto e sicurezza per i nostri clienti, dipendenti, fornitori e le persone, le comunità e l'ambiente in cui interagiamo.

Parla con i nostri esperti

Hai una domanda sui nostri sforzi di sostenibilità?